"Sei no-vax? Non leggi e non canti a Messa": da Genova l'iniziativa di don Moretti

di Edoardo Cozza

Il parroco di Santa Zita: "Siamo liberi, ma devo salvaguardare la salute di tutti: chi non si vaccina, non usa il microfono"

"Sei no-vax? Non leggi e non canti a Messa": da Genova l'iniziativa di don Moretti

Sei un parrocchiano convinto no vax? Scordati di leggere le letture in chiesa, di cantare nel microfono o di servire messa: è il fulcro del pensiero di don Massimiliano Moretti, parroco della chiesa di Santa Zita di Genova e cappellano del lavoro.

"Finché lo Stato lo permette - spiega il sacerdote - ognuno è libero di fare ciò che vuole. Ma nel rispetto della salute di tutti chiedo che fin da adesso coloro che non sono vaccinati evitino di fare i lettori nelle messe o di cantare e pregare usando i microfoni. Ognuno è libero di fare quel che vuole ma la parrocchia ha il dovere di stabilire delle regole per tutelare la salute di tutti. Il vaccino non è un atto di egoismo ma di altruismo, un modo per salvaguardare la salute di chi ci sta intorno. Posso certamente evitare che comportamenti sbagliati di chi non vuole vaccinarsi mettano a rischio gli altri" conclude il prete.