Condividi:


Savona, pronta la banchina per accogliere il gioiello di Costa "Smeralda"

di Redazione

Il comitato di gestione dell'AdSP dà il via libera alle dune di Pra' e prolunga al 2034 la concessione del gruppo Campostano

Nella seduta odierna il  Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure ha dato il parere favorevole alla proroga fino al 2034 della concessione a “Savona Terminal” del gruppo Campostano, terminalista del bacino storico savonese. A fronte di un piano industriale puntuale,  si consolida così il core business dell’unico terminal di merci varie della Autorità di Sistema. 


E’ stato inoltre approvato un “addendum” alla convenzione urbanistica con il Comune di Vado Ligure che consente di sbloccare l’iter per l’ottenimento dell’agibilità dei nuovi varchi portuali in vista dell’entrata in funzione della piattaforma contenitori, la cui inaugurazione è in programma per il prossimo 12 settembre e nello stesso tempo far partire le fasi della nuova viabilità provvisoria al servizio della città. E’ stato, altresì, condiviso un adeguamento delle compensazioni economiche a favore della comunità vadese per interventi di mitigazione ambientale. 


Tra le delibere assunte con parere favorevole unanime, assumono  particolare rilievo quella relativa alla messa a disposizione della nuova banchina crocieristica a Savona per Costa Crociere e quella che riguarda l’avvio dei cantieri per le dune alberate a Pra'.  Sono stati, infatti completati a tempo di record i lavori che nel bacino portuale di Savona hanno portato ad un consolidamento dell’infrastruttura e ad un approfondimento dei fondali per consentire l’attracco, spostato al 20 dicembre prossimo, della nuova ammiraglia Costa Smeralda. Attesi da tempo, i lavori nell’area di confine fra il terminal contenitori di PSA Pra' e la passeggiata fanno parte degli interventi di mitigazioni già richiesti dalla popolazione e programmati dall’AdSP.