Sanremo, donna di 46 anni muore in terapia intensiva: quarta vittima no vax a gennaio

di Marco Innocenti

Era risultata positiva al covid lo scorso 4 gennaio. Ricoverata per le complicazioni di una grave polmonite

Sanremo, donna di 46 anni muore  in terapia intensiva: quarta vittima no vax a gennaio

Una donna di 46 anni, è morta all'ospedale Borea di Sanremo, soffriva di obesità e diabete, positiva al covid e non vaccinata. Si chiamava Nadia Di Virgilio, sposata, con un figlio ed era la titolare di un negozio di abbigliamento ad Arma di Taggia. Era risultata positiva il 4 gennaio scorso, ma quando era arrivata al Pronto soccorso di Sanremo le sue condizioni erano apparse già gravi, a causa della polmonite. Ricoverata prima in terapia sub-intensiva, è stata poi trasferita in Rianimazione dove è morta.

La sua morte segue quella, avvenuta l'11 gennaio scorso nel reparto di Terapia intensiva, sempre per le complicazioni causate dal Covid, di un vigile del fuoco di 56 anni, Gianni Martini di Diano Castello. Lavorava alla caserma di Villanova d'Albenga e, anche lui, non era vaccinato. In precedenza, la stessa tragica sorte era toccata anche a un libero professionista di 53 anni di Apricale e prima ancora al bagnino sanremese Max Pace, di soli 48 anni, anche lui convinto no-vax.