“Sanremo day”: le anticipazioni sul Festival della Canzone Italiana

di Giulia Cassini

Presentata la 70esima edizione. Amadeus: "Sanremo tra la gente, per tutti e... freestyle". Accanto a lui Antonella Clerici e Diletta Leotta

Il 14 gennaio è il “Sanremo day”: occhi puntati al Casinò di Sanremo dalle 12:30 in avanti per le anticipazioni sul 70esimo Festival della Canzone Italiana dal 4 all’8 febbraio al teatro Ariston. Ebbene sì, i nomi dei cantanti sono già stati svelati da Amadeus (24 campioni in gara e 8 nuove proposte, informazioni qui), ma Sanremo non è solo musica, è moda, bellezza, costume, rappresenta a suo modo il clima sociale e le problematiche del Paese, è sinonimo di superospiti e di polemiche.  E’ un vero e proprio show dove ognuno si riconosce o dove, semplicemente, poter sognare. Presenti alla conferenza oltre al conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020, i vertici Rai, l’amministrazione sanremese e 5 tra le presenze femminili che garantiranno competenza, eleganza e stile.

Ad ogni modo se si vuole riassumere la partecipazione in rosa bisogna ricordarle tutte : Antonella Clerici, al suo terzo Festival, Diletta Leotta, Sabrina Salerno, Rula Jebreal, Emma D’Aquino, Laura Chimento, Georgina Rodriguez, Francesca Sofia Novello, Alketa Vejsiu, Monica Bellucci (probabilmente nella seconda serata della kermesse visto che sta facendo le riprese del nuovo film ed è molto impegnata), e Mara Venier per la finale. Sulle polemiche per la presenza della giornalista palestinese Jebreal Amadeus stoppa subito ogni dubbio: "Quando si valorizzano le donne non c'è niente che tenga, nessuna differenza. Nessuno scontro politico". 

Il vertice RAI Antonio Marano con il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri sottolineano l’allargamento di Sanremo tra le strade, tra la gente “in Piazza Colombo, in modo più trasversale, coinvolgendo le varie location. Non più un programma musicale, ma l’evento del Festival. C’è il Festival del Cinema di Venezia, deve esserci anche quello di Sanremo con una visione differente dagli ultimi anni o almeno molto più capillare”.   Per il sindaco sarà un momento importante per la cultura, per i fiori di Sanremo, per l'Orchestra Sinfonica, per "Concretizzare sempre di più l'idea di Sanremo come città della musica".

Per spiegare sinteticamente l’edizione 2020 Amadeus ha ricordato la telefonata dell’azienda il 2 agosto mentre era in ferie: “Un minuto dopo mi ha chiamato Fiorello e mi ha chiesto se ero agitato. In realtà sono tranquillo perché era il mio sogno da ragazzino con la famiglia a casa, tutti radunati davanti alla televisione. Con orgoglio posso dire che il Festival è unico, è solo nostro. Il mio primo pensiero è stato quello di essere imprevedibile e di svolgere il  compito affidatomi senza adagiarmi sulle 69 edizioni precedenti”.

Cita anche Tiziano Ferro: "Volevo che fosse tutte le sere con me, io lo conosco da tanti anni e allora mi sono osato a chiederglielo. Mi ha risposto che era felice a 40 anni come un bambino di 8". Tanti gli ospiti indimenticabili, lo stesso Fiorello con la sua imprevedibilità.  Altro personaggio che scompiglierà le carte Roberto Benigni per cui "Sanremo è una favola, la festa più bella degli italiani". Gli ingressi di Benigni sono sempre importanti, "Non arriverà a cavallo giovedì ma ha in ennte qualcosa che resterà nella storia del Festival", annuncia Amadeus. Presente anche Christian De Sica, da sempre affezionato a Sanremo, probabilmente Romina Power e Al Bano con una canzone che potrebbero cantare per la prima volta insieme (un inedito scritto da Malgioglio), mentre Salmo sarà presente alla prima puntata con la sua voce fuori dal coro. Si ricorda poi tra gli ospiti internazionali, la presenza di Lewis Capaldi. E' ancora un periodo di firme e trattative per cui Amadeus non si sbilancia definitivamente alle domande dei giornalisti sulle diverse possibilità, tra cui Zucchero "che ha un disco molto forte ed è uno dei più grandi nomi della canzone italiana" e Ultimo, "Un ragazzo che riempie gli stadi, ci terrei tantissimo per la finale, gli ho detto che è il mio invito personale".

La scenografia sarà avvolgente con linee ricurve, accoglienti, grazie al lavoro dello storico scenografo Gaetano Castelli che mancava dal 2012.  In più sarà un "Sanremo accessibile" con audiodescrizione, sottotitoli e lingua dei segni: per la prima volta saranno interpretate le serate in diretta con la lingua dei segni e andrà in onda su uno spazio dedicato su RaiPlay grazie ai performer che ci aiuteranno. Tantissime le trasmissioni RAI che saranno dedicate all'evento per garantire ore e ore di diretta, confermato Nicola Favino per "L'Altro Festival". 

Le anticipazioni

Appuntamento dunque alla prima serata martedì 4 febbraio con 12 canzoni dei Campioni e 4 canzoni delle sezione Nuova Proposte. Presenti tra gli altri Diletta Leotta, Rula Jebreal , Tiziano Ferro, Fiorello, Emma Marrone, Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria, Kim Rossi Stuart e Salmo. Mercoledì 5 febbraio ci saranno  Emma D'Acquino, Laura Chimenti e probabilmente Sabrina Salerno, Monica Bellucci, Fiorello, Tiziano Ferro e una sorpresa molto bella (un grande ritorno dopo tanti anni e probabilmente anche alla prima serata ci sarà qualcosa di simile, secondo le parole di Amadeus). Giovedì 6 febbraio con Lewis Capaldi , Alketa Vesjiu, Cecilia Rodriguez,  Tiziano Ferro in coppia con Massimo Ranieri, Mika e Roberto Benigni. I giovani del giovedì verranno spostati al venerdì con Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello oltre a Tiziano Ferro, Fiorello, Dua Lipa e "possiamo ufficializzare, ma non sarà l'unico nome che appartiene alla storia di Sanremo, Johnny Dorelli" dice il conduttore. Sabato 8 febbraio sarà il turno di Diletta Leotta, Sabrina Salerno e Francesca Novello, Mara Venier, Fiorello, Tiziano Ferro e poi Diego Abatantuono, Massimo Ghini, Christian De Sica, Donatella Finocchiaro, Paolo Rossi, Rocco Papaleo, un momento di spettacolo legato al film di Brizzi  che uscirà il 27 febbraio "e sorprese che avrò nel giro di una settimana".