Sampdoria, Quagliarella: "Corsa per l'Europa? Siamo lì, proviamoci fino alla fine"

di Redazione

"A volte ci manca un po' di personalità. Dobbiamo lavorare sulla testa"

Sampdoria, Quagliarella: "Corsa per l'Europa? Siamo lì, proviamoci fino alla fine"

E' ovviamente Fabio Quagliarella, in gol anche oggi contro il Sassuolo, l'uomo copertina di questa Sampdoria che riprende la sua corsa verso l'Europa e ai microfoni di Sky, nell'immediato dopo-partita, l'attaccante blucerchiato fa i complimenti a tutta la squadra, ripartendo però dalla sconfitta di sette giorni fa contro l'Atalanta "Quella è stata una sconfitta contro una grande squadra - ha detto Quagliarella - perché l'Atalanta è una grande squadra. Oggi però non era facile perché il Sassuolo gioca benissimo ma venire qui e imporre il proprio gioco, facendo anche 5 gol vuol dire che abbiamo fatto una grande partita, quindi bravi tutti. Le difficoltà e le assenze? In una rosa di 20/23 giocatori, come dice sempre anche il mister, sono importanti tutti e nell'arco di un campionato giocano tutti, quindi bravo a chi si fa sempre trovare pronto".

La sensazione però è che, in casa Samp, manchi sempre il passo decisivo, quello da fare quando serve la vittoria determinante: "Il problema fondamentale è quello - prosegue Quagliarella - Quando dobbiamo fare lo step successivo ci blocchiamo sempre. Forse qualcuno di noi soffre troppo quando dobbiamo fare il salto di qualità. E' una questione di testa sulla quale dobbiamo lavorare. Dobbiamo riuscirci per dare un senso al campionato ma siamo lì, mancano ancora tante partite, ci sono ancora tanti punti in palio, dobbiamo continuare così e provarci fino alla fine".

Il gol di oggi è il modo migliore per festeggiare la Nazionale. "Io l'ho sempre detto, in una gara cerco di essere utile, faccio l'attaccante e cerco il gol ma a me piace anche sfornare un assist o una giocata bella e intelligente. Nell'arco di 90' cerco di fare più cose possibili che siano utili alla squadra. Oggi è andata bene e mi sono divertito. La Nazionale è gran bella soddisfazione. Vado lì con grandissimo  entusiasmo, a disposizione del mister come ho sempre fatto in carriera, poi vediamo".

A sottolineare la prestazione di super-Quaglia c'è stata anche la standing ovation del Mapei Stadium, oltre all'accoglienza riservatagli dai bambini all'arrivo del pullman allo stadio, prima della partita. "Già all'arrivo allo stadio i bambini hanno fatto un boato - conclude Quagliarella - Una gioia immensa, così piccoli e già ti vedono come un idolo, fa veramente piacere. E poi l'uscita dal campo con tutto lo stadio che ti applaude è davvero una bella cosa e ringrazio tutto il pubblico presente oggi".