Sampdoria, l'Europa si allontana e il calendario non sorride ai blucerchiati

di Alessandro Bacci

Con il Sassuolo passo decisivo, meno punti rispetto alla scorsa stagione

Verrebbe da dire, e ora? La Sampdoria fallisce il primo vero spareggio Europa contro l'Atalanta, quello che poteva sancire il tanto agognato salto di qualità richiesto da Giampaolo. Il settimo posto, che vale la qualificazione ai preliminari di Europa League, adesso è lontano ben cinque punti. Nonostante i giocatori continuino a puntare il dito sull'obiettivo europeo le speranze si fanno più flebili.

Marco Giampaolo chiede un exploit per ravvivare le motivazioni della propria squadra. La vittoria sabato contro il Sassuolo è diventata dunque già decisiva considerando il calendario. Dopo la sosta per gli incontri delle nazionali, infatti, i blucerchiati affronteranno Milan, Torino e Roma prima del derby. Un filotto di tre partite in cui nel girone di andata la Samp subì tre pesanti sconfitte consecutive. Per mantenere vive le ambizioni e continuare a sperare in alti traguardi servirà, però, un cambio di marcia concreto.

Il confronto con la precedente stagione evidenzia un calo di rendimento. Alla 27esima giornata, l'anno scorso, la Samp aveva ben 47 punti in classifica e si trovava al sesto posto. Oggi i punti sono 39. Eppure sia i giocatori, che l'allenatore e i vertici della società hanno puntato l'obiettivo Europa: per raggiungerlo però servirà tutta un'altra Sampdoria.

(Alessandro Bacci)