Sampdoria, la società valutata tra i 120 e i 140 milioni dalla Cushman & Wakefield

di Redazione

Massimo Ferrero si affida all'azienda statunitense per la stima del club

Sampdoria, la società valutata tra i 120 e i 140 milioni dalla Cushman & Wakefield

Nella giornata in cui sarebbe arrivata la prima offerta ufficiale da parte del gruppo guidato da Vialli, emergono novità sulla possibile cessione della Sampdoria. Il presidente Massimo Ferrero si è affidato alla società Cushman & Wakefield per effettuare una valutazione reale del club blucerchiato. Si tratta di una delle maggiori società private del mercato immobiliare mondiale. Dall'analisi effettuata emerge che la Sampdoria ha un valore stimato tra i 120 e i 140 milioni di euro.

Il presidente blucerchiato non ha confermato la ricezione dell'offerta da 85 milioni di euro, smentendo dunque la presunta offerta arrivata a Mediobanca. Una somma, che dopo l'ultima stima effettuata, non sarebbe comunque sufficiente a soddisfare le richieste di Massimo Ferrero. La valutazione del club potrebbe comunque rivelarsi un segnale di apertura verso eventuali offerte, che si preannunciano imminenti. Dopo la nomina di Mediobanca come advisor, dunque, un altro elemento che lascia presagire una reale intenzione a trattare.

Il Pamplona Capital Management, intanto, conferma di non essere è interessato all'acquisizione della Sampdoria. E’ quanto si apprende da persone vicine al fondo, dopo alcune indiscrezioni di stampa nei giorni scorsi al riguardo. Quanto all'ipotesi di un investimento diretto da parte del presidente e fondatore di Pamplona, Alex Knaster, un portavoce del miliardario britannico nato a Mosca non ha voluto commentare.