Condividi:


Sampdoria, Jankto: "Se prendiamo due o tre goal a partita è dura..."

di Alessandro Bacci

Il ceco: "Ci abbiamo provato fino alla fine, non abbiamo mai mollato"

La gioia di Jankto è durata pochi minuti. Il ceco ha trovato il primo gol con la Sampdoria in campionato ma poco è servito: "Mi dispiace per i tifosi, perché oggi ci hanno spinto alla grande. Dopo il gol fatto sembrava che la potessimo ribaltare, e invece ne abbiamo preso un altro. Se ogni partita prendiamo 2-3 gol, poi è dura rimontare: bisogna partire dalla difesa, chiudere la nostra porta e poi fare qualcosa davanti. Sicuramente abbiamo giocato contro un avversario forte, che sta bene e ha vinto sei partite consecutive, però non dev’essere una scusa. Adesso bisogna andare a Verona a fare punti".

Il problema sembra essere a livello mentale: "Quando perdi 4-5 partite in avvio, in testa sicuramente succede qualcosa, però siamo appena alla sesta giornata e dobbiamo voltare subito pagina, rialzare la testa e vincere contro il Verona. Aperta per cinque minuti, poi dopo il terzo gol la partita si è praticamente chiusa. Ci abbiamo provato fino alla fine, non abbiamo mai mollato, però l’Inter è stata molto più forte".

I cambi di modulo possono avere influito? "Non direi. Poi questa è una domanda da fare al mister, noi stiamo provando quello che chiedete lui."

La classifica fa paura? "Fa malissimo, perché siamo ultimi con soltanto 3 punti, quindi dobbiamo recuperare da queste partite tostissime e prendere i tre punti alla prossima."

Cosa serve per tornare alla vittoria? "Unità tra squadra e tifosi che ringraziamo perché oggi è stata fantastica come sempre. Speriamo che vengano in tantissimi a Verona, dobbiamo compattarci per fare un risultato positivo."