Sampdoria, guai in vista per Ferrero. Ipotesi bancarotta fraudolenta

di Redazione

Tutto nasce in seguito all’analisi dei vari passaggi degli accordi di fallimenti relativi ad alcune aziende di proprietà del patron blucerchiato. 

Sampdoria, guai in vista per Ferrero. Ipotesi bancarotta fraudolenta

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero starebbe per finire di nuovo in un'inchiesta giudiziaria. Questa volta l'accusa è di bancarotta fraudolenta.
Secondo quanto riferito da la Repubblica, il patron della Sampdoria, è finito al centro di una indagine. Tutto nasce in seguito all’analisi dei vari passaggi degli accordi di fallimenti relativi ad alcune aziende di proprietà del patron blucerchiato. 

Al centro delle indagini ancora la cessione di Pedro Obiang, che nel 2015 è passato al West Ham per 6,5 milioni di euro. 6,5 milioni di euro che però sarebbero stati utilizzati al di fuori della società (e nello specifico per un’azienda cinematografica oggi amministrata da Vanessa, la figlia di Ferrero).
Il giudice respinse le accuse: il reato non sussiste, visto che non è deducibile, da un’operazione del genere, il fine di evadere il fisco. Ma chiese di approfondire la faccenda. E i pm hanno seguito l'indicazione approffendendo il discorso. Analizzati gli atti relativi ai concordati di fallimento delle aziende di Ferrero, hanno così contestato al patron della Samp la bancarotta fraudolenta.

Tra gli indagati anche sua figlia Vanessa. Le casse della società, secondo gli inquirenti, sarebbero state svuotate indebitamente.