Sampdoria, Di Francesco: "La cessione? Io penso al campo ma vorrei più serenità"

di Redazione

E sulla partenza di Praet: "Ci mancherà. Sonderemo il mercato"

Sampdoria, Di Francesco: "La cessione? Io penso al campo ma vorrei più serenità"

Dopo i cinque gol rifilati allo Spezia nell'amichevole del Picco, Eusebio Di Francesco ha detto la sua sulla imminente cessione di Dennis Praet, sulla necessità di tornare presto sul mercato ed anche sulla possibile cessione: "Dennis è un giocatore che ci mancherà - ha detto il tecnico blucerchiato ai microfoni di Sky - perché sono davvero pochi in Italia i giocatori che interpretano quel ruolo come lo fa lui. ADesso dovremo valutare il da farsi sul mercato, perché serve qualcosa sia in mezzo che in attacco, dove al momento abbiamo poche alternative".

"La questione cessione? - ha proseguito Di Francesco - Il mio compito è quello di pensare al campo e io mi occupo solo di quello, cercando di lavorare nel migliore dei modi. Certo vorrei avere la serenità di capire quello che succederà". In conferenza stampa dal Picco, invece, il tecnico blucerchiato si è detto soddisfatto soprattutto del fatto che la sua squadra sia andata a segno con cinque uomini diversi: "Al di là del fatto che si sia sbloccato Quagliarella, cosa che non può che farmi molto piacere, quello che mi è piaciuto stasera è che ci siano stati cinque marcatori diversi. Significa che abbiamo attaccato con tanti uomini".

Il tecnico poi analizza quello che non è andato: "Quello che invece non mi è piaciuto molto è la fase difensiva. Tante volte siamo usciti dalle loro pressioni loro ma è ovvio che bisogna sbagliare il meno possibile. Oggi la qualità non è stata eccellente ma è una situazione anche dettata dal fatto che la condizione fisica non può essere al top. In queste amichevoli comunque sono stato costretto a fare degli esperimenti. Sto cercando di portare avanti il lavoro sul 4-3-3, trovando sempre grande disponibilità. Per questo do un 10 a tutti i miei ragazzi perché cercano di fare sempre quello che chiedo".

"Stiamo cercando sul mercato un’ala che possa arrivare il prima possibile - spiega Di Francesco, che anche in sala stampa è tornato sulla cessione di Praet - Non so quanto sia vicina la sua cessione. Penso però sia più sì che no. Oggi non c’era e voi lo sapete perché. Spiace perché lo ritengo uno dei più forti centrocampisti in circolazione. Un'altra cosa che mi auguro si possa risolvere al più presto è quella legata all'eventuale cessione della società. Vorrei capire quello che può essere il futuro. Se mi sento disturbato? Diciamo che penso tanto al campo. Poi però vado a vedere la rassegna stampa e vedo che si parla poco di calcio e tanto di attualità".