Condividi:


Sampdoria praticamente perfetta: tre sberle alla Lazio

di Marco Innocenti

Quagliarella è il solito cecchino infallibile. Il resto lo fanno i due gioiellini Augello e Damsgaard

Ci sono partite, nel corso di un campionato, in cui ti capire di fare tutto ma proprio tutto bene, anzi, tutto perfetto. Sampdoria-Lazio è stata una di quelle partite. Certo, va detto che la Lazio scesa in campo al Ferraris non era certo in formazione tipo ma va anche detto che la Samp ha avuto in mano la gara dal primo all’ultimo minuto, senza quasi mai rischiare, nemmeno quando ormai il risultato era più che acquisito. Anzi. Anche sul 3-0 le occasioni più ghiotte le hanno create sempre i ragazzi di Ranieri.

Nel primo tempo a spostare gli equilibri del match ci ha pensato un certo Tommaso Augello, di mestiere difensore ma anche dispensatore di cross, come sa benissimo Quagliarella, ancora una volta decisivo. Per il giovane ex-Spezia, infatti, prima l’assist per la testa del capitano e poi il primo gol della carriera in Serie A con un mancino di collo esterno dal limite dell’area.

L’uno-due in una manciata di minuti permette alla Samp di andare negli spogliatoi sul doppio vantaggio ma, anche nella ripresa e nonostante i cambi, la squadra di Inzaghi sembra non trovare mai il bandolo della matassa e, alla fine, arriva anche il 3-0 del giovanissimo Damsgaard. A completare la serata di grazia blucerchiata, gli esordi di Adrien Silva e Keita. Mancherebbe solo la ciliegina sulla torta cioè il goal proprio di Keita, andatoci peraltro vicinissimo. Ma forse, per stasera, ci si può anche "accontentare" così…