Condividi:


Salvini. “Per arginare il coronavirus bisogna aumentare i controlli di chi arriva in Italia”

di Antonella Ginocchio

Il leader della Lega a Genova per una cena elettorale ha detto: “Toti può essere un candidato civico”

Bisogna aumentare i controlli di chi arriva in Italia via terra, via aerea e via mare. E' questa una delle principali misure da adottare per cercare di sconfiggere o quantomeno arginare il coronavirus, secondo il leader della Lega Matteo Salvini che a Genova ha incontrato 1500 sostenitori, arrivati alla fiera del mare per partecipare ad una grande cena. Un appuntamento che di fatto ha segnato la partenza ufficiale della campagna elettorale per le elezioni regionali di primavera.

Ma nel giorno dell'ordinanza regionale e del varo delle misure anti coronavirus che chiudono anche scuole ed università, l'influenza che arriva dalla Cina ha tenuto banco. Salvini, affiancato dall'ex viceministro Edoardo Rixi, ha puntato l'indice contro il governo Conte, che, a suo avviso, ha varato in ritardo le misure di prevenzione e contenimento della malattia. Qualcuno – ha ribadito -ne dovrà rendere conto". Il leader leghista ha anche ribadito che il governo deve chiedere scusa agli italiani. 

Nella seconda parte dell'incontro con i giornalisti si è parlato di elezioni regionali. Salvini ha confermato che Toti è il candidato della coalizione di centrodestra: “Squadra che vince non si cambia”. Ma in quota a quale partito? Anche Salvini, al pari di quanto detto nei giorni scorsi da Rixi, ha confermato che il governatore uscente non sarà in “quota” Lega. “Può essere il classico candidato civico”, ha ribadito l'ex ministro degli interni.

E Cambiamo! Che fine ha fatto? Per avere notizie, secondo quanto detto da Salvini e Rixi, bisogna chiedere al governatore.