Salvini:"In Liguria vinciamo e su Open Arms affronterò il processo col sorriso"

di Andrea Carozzi

Prosegue il tour in vista delle prossime regionali a sostegno della coalizione di centrodestra: "Tutti i politici scappano dai processi io no"

Prosegue il tour a Genova e in Liguria in vista delle prossime elezioni regionali di Matteo Salvini leader della Lega , impegnato a sostenere la coalizione di centro destra guidata da Giovanni Toti. Dopo aver incontrato i suoi elettori al Sys Sporting club nella serata di ieri, il leader del Carroccio questa mattina ha fatto visita agli agenti della Polizia penitenziaria del Carcere di Marassi. Prima di entrare nella casa circondariale Salvini ha ribadito i suoi punti fermi in materia di legge elettorale, previsioni di voto e sulla vicenda di Open Arms.

"Secondo me vinciamo e vinciamo bene se non dappertutto quasi dappertutto. In Liguria io non do mai nulla per scontato, però penso che il candidato della sinistra avrà almeno 20 punti di distacco dalla Lega e dal centrodestra"

Sulla vicenda Open Arms il leader della Lega si è dichiarato tranquillo: "Affronterò il 3 ottobre a testa alta, col sorriso e penso che tanti italiani mi accompagneranno a Catania. Penso che il 3 ottobre sarà una festa di libertà, democrazia, di orgoglio italiano".

“Invito già da oggi - ha continuato - tutti gli italiani liberi, onesti e orgogliosi a esserci. Penso che Catania sarà al centro dell'attenzione di mezzo mondo perché è un processo politico, è un processo alle idee, è un processo all'Italia. Non vedo l'ora che arrivi quella giornata di solito i politici scappano dai processi . Non vedo l'ora che arrivi il tre ottobre".