Condividi:


Voto referendario e regionale “vietato” per gli anziani delle Rsa

di Antonella Ginocchio

Borchi. “A causa delle norme anitcovidi i responsabili di molte Rsa non fanno entrare i cosiddetti seggi volanti”

Gran parte delle Rsa non lasceranno entrare nelle loro strutture i cosiddetti “seggi volanti”, per rispettare le norme anti-covid. Gli anziani, quindi,non potranno esprimere il loro voto. Saranno privati di un diritto fondamentale. Ad evidenziare la questione è Ubaldo Borchi, responsabile di una Rsa, che dice: “Al momento sono limitate e soggette a restrizioni anche le visite dei parenti, come può il direttore sanitario autorizzare l’arrivo di un seggio volante, di una commissione elettorale, che parte dal seggio fisso più vicino e resta in struttura almeno una mezza giornata?”

E ancora “Chi si assume una simile responsabilità? Credo che gran parte dei direttori sanitari non se la sentiranno di consentire l’ingresso dei i seggi volanti”. Per Borchi si tratta di una colpa del governo, che poteva individuare pr tempo una soluzione: delegare le strutture ad effettuare le operazioni di voto, nominando pubblico ufficiale il direttore sanitario.