Rapallo, la funivia gemella del Mottarone non riparte: "Ma l'impianto non ha problemi"

di Gregorio Spigno

"La manutenzione è stata fatta e non ci sono pericoli" ha detto l'assessore ai Lavori Pubblici Filippo Lasinio

Rapallo, la funivia gemella del Mottarone non riparte: "Ma l'impianto non ha problemi"

Non è ripartita, contrariamente a quanto annunciato, la funivia Rapallo-Montallegro (Genova), gemella di quella del Mottarone, bloccata da problemi amministrativi legati alla conclusione dei lavori di manutenzione.

Il direttore di esercizio, Enrico Perocchio, era in carcere per la tragedia Stresa proprio nei giorni in cui a Rapallo l'impianto, di proprietà del Comune, era sottoposto a lavori di manutenzione quinquennali già programmati. Ora che Perocchio è stato scarcerato, a Rapallo, il Comune attende di capire chi deve dare il nulla osta. Non è chiaro se possa farlo il vice di Perocchio o se bisogna attendere il direttore in persona, che resta al momento indagato.

Il ritardo ha impedito a Rapallo di fare funzionare durante il ponte del 2 giugno una delle attrazioni turistiche, l'impianto che porta a oltre 600 metri di altezza al Santuario di Montallegro, da cui si gode una vista mozzafiato.

"Vogliamo avere la certezza assoluta di non incappare in qualche intoppo di natura burocratica, non vorrei mai che, a posteriori, emergesse che ha firmato chi non aveva titolo - ha detto l'assessore ai Lavori pubblici, Filippo Lasinio -. Non c'è alcun problema sull'impianto. La manutenzione è stata fatta e non ci sono pericoli. Solo, attendiamo il parere dell'Ustif".

Ieri, il vice direttore Federico Murro ha incontrato i tecnici del Comune e quelli del gestore ed è stato deciso di non procedere oltre. Non si esclude di tenere ferma la funivia fino all'11 giugno quando è in programma la visita di controllo dei tecnici del ministero.