Raccolgono funghi, li mangiano, coniugi gravi in ospedale

di Michele Varì

Due 50enni di Castelletto: si teme possano avere consumato l'amanita phalloide

Raccolgono funghi, li mangiano, coniugi gravi in ospedale

Hanno raccolto dei funghi sulle alture di Genova, li hanno cucinati e mangiati senza farli verificare dai micologi della Asl 3, poi si sono sentiti male e sono stati costretti a correre d'urgenza in ospedale in  piena notte. 
Due coniugi cinquantenni di Castelletto ora sono ricoverati nel reparto di Osservazione Breve intensiva dell'ospedale Galliera. 
I medici hanno avviato accertamenti per scoprire quale specie di funghi hanno consumato i due pazienti. Allo stato attuale, viste le descrizioni dei micetti raccolti e i sintomi accusati dai due, non si può escludere che possa trattarsi della temibile amanita phalloide, uno dei funghi più velenosi esistenti in Italia che se non contrastato in modo adeguato può provocare danni molto gravi al fegato e altri organi vitali. 
I due coniugi di Castelletto sono solo gli ultimi due genovesi di  sei fungaioli finiti in ospedale nelle ultime settimane per avere mangiato funghi raccolti e consumati senza averli fatti prima controllare dai micologi della Asl.

Per questo i medici raccomandano a tutti coloro raccolgono funghi di farli sempre visionare ai micologi in servizio negli uffici della Asl di zona.