Portofino saluta il comandante della Capitaneria Piras, "eroe" della mareggiata

di Redazione

Insignito della medaglia d'oro per i soccorsi. Promosso a Roma, al suo posto a Santa M. Ivan Bruno

Portofino saluta il comandante della Capitaneria Piras, "eroe" della mareggiata

Il cambio della guardia è avvenuto sabato scorso: il capitano di vascello Antonello Piras dopo due anni ha lasciato il comando del comando della Capitaneria di Porto  di Santa Margherita e al suo posto è arrivato Ivan Bruno.

Piras ha lasciato il Tigullio per andare a ricoprire un ruolo di grande responsabilità a Roma alle dipendenze del comandante generale delle Capitanerie Giovanni Pettorino, ex capo della guardia costiera di Genova che per questo ha avuto modo di apprezzare da vicino il suo operato.  Piras di recente era stato insignito della medaglia d'oro per l'attività di soccorso durante la devastante mareggiata che ha colpito Santa Margherita nell'autunno del 2018. Proprio per questo oggi il sindaco di Portofino Matteo Viacava (nella foto con Piras) lo ha voluto salutare con un comunicato ufficiale: "Volevo dire grazie a Piras che nella quotidianità e in momenti delicati quando eravamo in emergenza in banchina non ha mai lasciato sola Portofino e i portofinesi. Proprio per questo motivo desidero ringraziare di cuore il comandante Piras e, ancora di più l'Amico Antonello, per tutto ciò che ha fatto e dimostrato con le proprie azioni".

Viacava ha aggiunto: "Piras durante la mareggiata non ha esitato un solo istante a correre in nostro aiuto, a vigilare e proteggere i nostri mari e la nostra baia. Per questo rivolgo il mio più sentito in bocca al lupo al comandante Antonello Piras per il nuovo incarico nello staff al comando generale di Roma e voglio dare   il benvenuto al suo sostituto, il tenente di vascello Ivan Bruno".

Al cerimonia del cambio della guardia di sabato oltre a tante gente comune che ha voluto così salutare il comandante da sempre vicino a chiunque aveva bisogno di un aiuto o solo un consiglio, ha preso parte fra gli altri il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi, il direttore marittimo della Liguria, l'ammiraglio Nicola Carlone, oltre ai sindaci del comprensorio da Portofino a Moneglia e alcuni parlamentari, assessori e consiglieri regionali.