Ponte Genova San Giorgio, Salini: "Per superare la crisi subito mano al portafogli"

di Redazione

L'amministratore di We Build: "Le infrastrutture saranno quel che cambierà il nostro Paese"

Ponte Genova San Giorgio, Salini: "Per superare la crisi subito mano al portafogli"

"Quando riesci in un'impresa così senti un grande orgoglio. Abbiamo sfidato ogni avversità e il Ponte per Genova è il risultato di un grande lavoro". Così Pietro Salini, ad di WeBuild, sul palco allestito sotto al Ponte San Giorgio subito prima del concerto per le maestranze voluto dalla stessa We Build suonato dall'Accademia di Santa Cecilia di Roma.

"Era solo un sogno fino a poco tempo fa, ora siamo a luglio e abbiamo finito il ponte, Nonostante il Covid, nonostante tutto, abbiamo dimostrato che gli italiani riescono quando vogliono a fare cose straordinarie".

Subito prima del concerto, l'ad commenta: "Possiamo realizzare tante infrastrutture di cui il nostro Paese ha bisogno, dare tanto lavoro. Io penso che le infrastrutture saranno quel che cambierà il nostro Paese per superare questa crisi che rischia di essere drammatica se non mettiamo subito mano al portafogli. L'Europa ci ha dato i soldi, ora sta a noi", conclude Salini.