Domenica, 16 giugno 2019  

Piaggio Aero, incontro Mise-Sindacati fissato al 24 aprile

Solidarietà da Comuni e Regione: non ci saranno altri scioperi a Genova
2019-04-11T20:05:38+00:00

Dopo l’incontro con il governatore Toti, il sindaco Bucci e i sindaci di tutti i Comuni interessati dalla vertenza, i lavoratori di Piaggio Aero escono dalla sala con in tasca la piena solidarietà delle istituzioni locali, pronte a scendere in piazza al loro fianco per chiedere al Governo di fare chiarezza prima che sia troppo tardi. “Ci scusiamo con i genovesi – hanno detto i sindacati – per i disagi causati lunedì ma era l’unico modo per far sì che il Governo sentisse la nostra voce: abbiamo dovuto bloccare un’intera città per avere una risposta. Siamo pronti a tornare in piazza, ma stavolta lo faremo a Roma, davanti a Palazzo Chigi o al ministero. Genova e i genovesi hanno già sofferto abbastanza”.

Nel pomeriggio poi è arrivata finalmente la convocazione a Roma, fissata per il 24 aprile. Altre due settimane di attesa, quindi, con la cassa integrazione che a questo punto diventa una certezza visto che scatterà dal 1° di maggio. “Anche stavolta la convocazione è arrivata in modo irrituale – commenta Alessandro Vella, segretario generale FIM CISL Liguria – visto che il governo ha prima inviato la notizia alla stampa e poi, solo dopo alcune ore, alle segreterie dei sindacati. L’importante però è che questa data sia arrivata. La speranza, adesso, è che il Governo abbia le idee chiare sulle strade da intraprendere. Noi andremo a Roma per parlare di rilancio dell’azienda, di commesse e di argomenti concreti, non di promesse o parole vuote. Noi abbiamo le idee chiare, speriamo le abbiano anche loro”.

TELENORD