Per Tper nuovi bus elettrici 100% ecosostenibili

di Edoardo Cozza

Entrano nella flotta due Iveco E-Way: sono in servizio sulla linea urbana 29. La Presidente Gualtieri: “Il 2022 caratterizzato da bus a emissioni zero”

Per Tper nuovi bus elettrici 100% ecosostenibili

Sono arrivati nei giorni scorsi i due nuovi bus elettrici IVECO E-Way 9,5m, che vanno a completare la fornitura di questi mezzi aperta lo scorso anno con l’ingresso, nella flotta Tper, del primo di questi modelli.

Si tratta di bus innovativi, tanto che nel capoluogo emiliano hanno fatto il loro debutto in Italia grazie all’acquisto condotto da Tper con la società Maresca e Fiorentino, la concessionaria locale dei veicoli IVECO BUS. L’E-Way “bolognese” che già fa parte da un anno del parco veicolare di Tper, peraltro, è stato il primo esemplare di “midibus” full electric ad essere consegnato in Europa.

E’ un bus particolarmente indicato per avviare la transizione ecologica anche su quelle linee urbane che si snodano in pieno centro cittadino e necessitano di mezzi di più ridotte dimensioni rispetto allo standard, definiti appunto “midibus”. E’ il caso della linea 29 - che collega il centro storico di Bologna con il Parcheggio Tanari e con la zona collinare – su cui circoleranno questi veicoli versatili e agili.

Le misure compatte - 9,50 metri di lunghezza e 2,33 metri di larghezza - non compromettono, però, capienza e comfort in contesto urbano: sono bus capaci di accogliere fino a 69 passeggeri, 16 seduti e 53 in piedi + 1 carrozzina, sono provvisti dei requisiti di accessibilità per persone a mobilità ridotta, di un pianale interamente ribassato e di un layout interno comodo e accogliente. Sono veicoli a ‘zero emissioni’: dotati di un motore elettrico da 160 KW e di batterie agli ioni di litio ad alta energia, a ricarica notturna, da 245 KWh.

L’investimento per questi bus è stato finanziato con i fondi nazionali previsti dal “Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile per le città ad alto inquinamento” erogati dal Comune di Bologna.

Alla cerimonia di consegna, che si è svolta presso la sede Tper, hanno partecipato Giuseppina Gualtieri, Presidente e Amministratore Delegato Tper SpA, Paolo Paolillo, Direttore Tper, Andrea Bottazzi, Dirigente Manutenzione Automobilistica Tper, Maria Fiorentino, Amministratore Delegato Maresca e Fiorentino, Pietro Maresca, Consigliere Delegato Maresca e Fiorentino, e Giovanni Privitera, IVECO BUS Italy Market Public Sales Area Manager.

La Presidente e Amministratore Delegato di Tper, Giuseppina Gualtieri, ha dichiarato: “Salutiamo con soddisfazione l’arrivo di questi ulteriori due Iveco E-Way che andranno a coprire una sempre maggiore quota di servizio a trazione elettrica sulla linea 29: è solo il più recente tassello della strategia ambientale di Tper, che prevede numerosi ingressi di nuovi mezzi ‘green’, a basso consumo energetico e ad emissioni zero in area urbana lungo tutto il corso del 2022. Il percorso degli investimenti mirati in direzione della completa decarbonizzazione della mobilità procede, dunque, a ritmo spedito. Siamo impegnati a garantire la realizzazione degli investimenti nonostante le crescenti criticità collegate principalmente alla crisi energetica che sta producendo impatti sui costi mai riscontrati nella storia recente”.

Giorgio Zino, IVECO BUS Business Director, ha affermato: “L’IVECO E-WAY 9,5 m è un mezzo che, con la versatilità delle sue dimensioni ridotte e con un’eccellente capienza di 69 passeggeri a bordo, è in grado di circolare nel centro storico di Bologna in modo agile, confortevole e silenzioso, il tutto nel pieno rispetto di un trasporto realmente sostenibile. Per Tper, poter disporre di veicoli performanti e dall’impronta green come gli IVECO E-WAY è un valore aggiunto non solo per il trasporto, ma anche per il nostro pianeta. Infatti, la decarbonizzazione del settore rappresenta per noi di IVECO BUS e per attori strategici come Tper e Maresca e Fiorentino, la nostra concessionaria di riferimento per l’Emilia-Romagna, un obiettivo comune da perseguire con esperienza e innovazione”.