Minaccia barista con una pistola per avere rimborso della bolletta Enel

di Redazione

85enne armato come uno sceriffo: arrestato dalla polizia

Minaccia barista con una pistola per avere rimborso della bolletta Enel

E’ andato in un bar munito del servizio per il pagamento delle bollette convinto di riuscire a riavere indietro un rimborso di 31 euro per una vecchia bolletta Enel. Ma quando si è sentito dire che per accedere al servizio occorreva la tessera sanitaria o un altro documento di identità ha perso la testa e ha minacciato il barista con una pistola con il colpo in canna.

Per questo un ottantacinquenne di Marassi è stato arrestato dagli agenti delle volanti che nel corso degli accertamenti hanno scoperto che l’uomo possedeva tre pistole da tiro a segno che però non poteva portare in giro se non per recarsi a fare esercitazione in un poligono.

Non solo: gli agenti hanno accertato che l’uomo ben 20 anni fa aveva subito il furto di una pistola, una sottrazione che lui non aveva mai denunciato, come invece era tenuto a fare.

Per l’anziano così è scattato l’arresto che, visto l’età, è stato disposto con il beneficio dei domiciliari