"Meglio migliaia di morti che imporre un nuovo lockdown": la frase-choc di Boris Johnson

di Marco Innocenti

Il premier britannico è sempre più sotto assedio, anche per la vicenda della costosa ristrutturazione del proprio appartamento a Downing Street

"Meglio migliaia di morti che imporre un nuovo lockdown": la frase-choc di Boris Johnson

E' sempre più sotto attacco il premier britannico Boris Johnson dopo le rivelazioni del suo ex consigliere Dominic Cummings circa le frasi-choc che il primo ministro avrebbe pronunciato nell'autunno scorso durante una riunione di governo: "Preferisco veder accatastare migliaia di corpi - avrebbe detto Johnson secondo il racconto di Cummings - piuttosto che imporre un nuovo lockdown". Rivelazioni che il premier non ha esitato a definire spazzatura ma che hanno trovato conferma anche da altre fonti interne al governo.

Come se non bastasse, Johnson è in grave difficoltà anche per le vicende legate alla ristrutturazione del suo appartamento personale a Downing Street, costo 58mila sterline, voluto dalla fidanzata Carrie Symonds. A pagare il conto sarebbe stato il partito laburista che ora chiede sia fatta un'inchiesta su quanto accaduto. Johnson, da parte sua, bolla tutto come "gossip che non interessa alla gente", richiamando tutti a concentrarsi "sui veri problemi che sta attraversando il popolo", ma la sensazione è che il danno d'immagine sia di non poco conto.