Tags:

massa carrara tpl

Condividi:


Massa Carrara, incontro tra il presidente della Provincia e l'ad di Autolinee Toscane

di Edoardo Cozza

Il nuovo gestore del trasporto pubblico locale presenta i progetti del servizio che partirà a novembre

Piena disponibilità a collaborare con il nuovo gestore del trasporto pubblico locale che subentrerà nel servizio a partire dal prossimo 1 novembre 2021: l’ha espressa nei giorni scorsi, durante un incontro svoltosi a Palazzo Ducale, il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, a Jean-Luc Laugaa, amministratore delegato di Autolinee Toscane, società del gruppo francese RatpDev che ha vinto la gara regionale e che potrà iniziare ad operare dopo un lungo contenzioso durato oltre cinque anni.

Quello che si apre a novembre, come ha sottolineato Laugaa, sarà un lungo percorso di transizione che, sostituendo un gestore a una pluralità come è stato fino ad oggi, si ripromette di portare a termine un processo di industrializzazione del servizio di TPL che ha come scopo l’abbassamento dei costi e il miglioramento dell’offerta.

“In questa prima fase – ha precisato – non si può pensare che tutto cambi subito. Il nostro impegno è quello di lavorare per dare innanzitutto continuità al servizio. Pensiamo di poter chiudere questo periodo in un anno e poterci presentare con questa sfida al cambiamento con l’avvio del prossimo anno scolastico nel 2022”.

Gestore unico significherà, riassumendo quanto detto dall’AD,  anche omogeneizzazione della flotta autobus (ne sono previsti 1000 nuovi in undici anni a livello regionale con, a regime, un abbassamento dell’età media da 12 a 7 anni), ma anche della manutenzione, con l’obiettivo di ridurre drasticamente quella percentuale attuale (35%) di autobus guasti.

Un processo di industrializzazione che coinvolgerà anche la gestione contabile e quella dell’operatività del servizio, ma che comporterà anche un sistema unico di vendita per cui il biglietto acquistato a Massa-Carrara sarà valido in tutta la Toscana, il tutto mantenendo inalterato il livello occupazionale iniziale.

Riserveremo una grande attenzione alla comunicazione – ha concluso l’Ad di Autolinee Toscane. Ci sarà una campagna forte rivolta all’utenza  suddivisa in due tappe che affronteremo, nella prima fase, con un marchio transitorio, per poi lasciare il posto in un anno a quello definitivo”.

“Credo – ha precisato il presidente Lorenzetti – che con il gestore unico ci saranno senz’altro benefici: a noi interessa il funzionamento del servizio, il mantenimento dei livelli occupazionali, ma, ancor di più, la prospettiva del miglioramento. La nostra Provincia ha un territorio prevalentemente montano e quindi vede predominante una richiesta di servizio definita debole, dovuta alla consistenza della popolazione.

Quella che quindi chiediamo innanzitutto al nuovo gestore è una attenzione particolare a questo tipo di utenza”. Una richiesta che, a conclusione dell’incontro, Laugaa ha fatto propria impegnandosi in tal senso.

Tags:

massa carrara tpl

Condividi: