Condividi:


Mariotti e Siemens, insieme per la digitalizzazione e l'efficienza energetica

di Marco Innocenti

L'obiettivo è quello di rendere l'intero cantiere navale più produttivo e sostenibile

Mariotti S.p.A., società della Holding genovese Genova Industrie Navali ed altamente specializzata nella progettazione e costruzione di navi da crociera ultra luxury, ha scelto la tecnologia Siemens per incrementare l’efficienza energetica e compiere un primo passo verso la digitalizzazione dell’intero cantiere navale situato nel Porto di Genova.

Con l’obiettivo di rendere il sito produttivo più digitale e sostenibile, tutti i nuovi dispositivi Siemens installati saranno in grado di raccogliere sul campo in tempo reale le misure energetiche e di trasferirle in cloud al software di analisi Siemens Power Manager. In questo modo, sarà possibile, in primo luogo, raccogliere e analizzare con precisione i consumi dell’intero Cantiere e, successivamente, definire ulteriori interventi di efficientamento che consentiranno di ridurre i costi operativi e l’impatto ambientale dell’intero cantiere gestito da T. Mariotti.

“Il nostro DNA - spiega Ianfalco Federici, Facility Manager di T. Mariotti S.p.A. - è sempre stato quello di ricercare e innovare e volevamo fare un ulteriore passo in avanti per rendere il cantiere a prova di futuro. Ciò significa in primo luogo misurarsi con quello che è il territorio in cui operiamo, ovvero un’area industriale che si sviluppa nel centro di una città molto vocata al turismo, e contribuire in modo concreto alla riduzione dell’impatto ambientale del comparto delle riparazioni navali all’interno del Porto di Genova. Tra i molti progetti che stiamo portando avanti, è stato fondamentale fare leva sulla tecnologia integrata di Siemens che ci consentirà di ottimizzare la gestione degli impianti, ridurre gli sprechi energetici e emissioni e infine implementare nuove soluzioni efficienti per lo svolgimento delle nostre attività".

Il nuovo Quadro Elettrico Generale (QEGBT) sarà in grado di alimentare l’officina, la banchina e tutti gli uffici del cantiere Mariotti grazie agli interruttori aperti 3WL e gli interruttori scatolati 3VA2, tutti equipaggiati con funzioni di misura e comunicazione Modbus.
Disponibili in quattro grandezze costruttive a 3 e 4 poli, gli interruttori automatici aperti 3WL di Siemens coprono un intervallo di correnti nominali da 630 A a 6.300 A. Modulari e flessibili, rendono semplici e veloci le attività di assemblaggio e regolazione. Gli interruttori scatolati 3VA garantiscono processi di ingegnerizzazione automatizzati grazie a una gamma completa di software e dati CAx. I dispositivi si integrano in modo affidabile nell’ambito dell’automazione industriale e delle infrastrutture grazie a sistemi bus comuni. 

Tags:

mariotti siemens

Condividi: