Mangia funghi velenosi, cinquantenne grave al San Martino

di Michele Varì

L'uomo rischia il trapianto del fegato: potrebbe avere mangiato l'amanita phalloide

 Mangia funghi velenosi, cinquantenne grave al San Martino

Un cinquantenne è stato trasferito in condizioni gravi al centro trapianti dell'ospedale San Martino dopo avere mangiato funghi velenosi. L'uomo ieri era stato ricoverato insieme alla moglie nel reparto di osservazione breve dell'ospedale Galliera per avere mangiato dei funghi raccolti sulle alture di Genova, nella zona del Righi. A consigliare il trasferimento nel centro trapianti del San Martino i responsi degli esami delle transaminasi che tradivano una grave sofferenza al fegato. Fra le ipotesi dei medici quella che l'uomo, insieme alla moglie, possa avere consumato l'amanita phalloide, uno dei fughi più velenosi e pericolosi per l'uomo. Il cinquantenne ha riportato gravi danni al fegato tanto che i medici hanno preso in considerazione anche la possibilità di un trapianto.

Sempre oggi al pronto soccorso dell'ospedale Galliera sono state trasportate altre due donne che avevano consumato funghi da loro raccolti.
I sanitari proprio prendendo spunto da questi drammatici fatti di cronaca ribadiscono a tutti i fungaioli il consiglio di fare sempre controllare i funghi raccolti nel centro micologico della Asl più vicino a casa.