Liguria, sabato il primo rilascio della vespa samurai per contrastare la cimice asiatica

di Alessandro Bacci

Il primo inserimento del nuovo insetto a ponente avverrà a Pontedassio, è in grado di deporre le proprie uova nelle uova delle cimice uccidendole

Liguria, sabato il primo rilascio della vespa samurai per contrastare la cimice asiatica

Una delle principali minacce a livello mondiale per i sistemi agricoli, sia a conduzione ascrivibile all’agricoltura biologica che per le aziende gestite con i sistemi di controllo integrato, è rappresentato dall’Insetto Halyomorpha halys (Stal), comunemente noto come Cimice asiatica in Italia e nel mondo come Brown Marmorated Stink Bug (BMSB).

Halyomorpha halys è un insetto dannoso originario dell’Asia introdotto accidentalmente e ormai acclimatato in Nord America e in vari Paesi europei, dove in breve è diventato un temibile fitofago capace di distruggere interi raccolti non solo nell’ambito della frutticoltura ma anche su colture erbacee. La Cimice asiatica è risultata infatti capace di danneggiare con le sue punture di alimentazione più di 300 specie coltivate e spontanee. La pericolosità delle infestazioni di questo fitofago hanno inoltre determinato un incremento nell’utilizzo di Insetticidi di sintesi con le inevitabili ricadute ambientali.

Trattandosi di una specie aliena con grandi potenzialità biotiche, in grado di dare luogo nei territori di nuova colonizzazione a vere e proprie “invasioni biologiche”, favorita nella sua diffusione epidemica dalla mancanza di fattori biotici di contenimento, il ricorso alla “Lotta Biologica Classica” con l’individuazione nei luoghi di origine del fitofago di efficaci antagonisti naturali, e la loro introduzione nei nuovi ambienti, rappresenta il cardine di una corretta strategia necessaria a ricondurre questi organismi al di sotto della soglia di danno, ripristinando situazioni di equilibrio degli ecosistemi agrari alterati.

Tra gli antagonisti naturali della Cimice asiatica particolare importanza assumono gli Ooparassitoidi, minuscoli Imenotteri di lunghezza inferiore ai due millimetri innocui per l’uomo e le colture, capaci di deporre le loro uova nelle uova delle Cimice uccidendole. A livello mondiale l’attenzione nell’ambito di questi nemici naturali della Cimice si è concentrata in particolare sulla specie Trissolcus japonicus (Ashmead o vespa samurai) dimostratisi in grado di svolgere una efficace azione di biocontrollo.

Sabato 31 luglio alle ore 9 a Pontedassio avverrà il primo inserimento in natura del Trissolcus Japonicus.