Liguria prima in Italia per incidenti gravi nei cantieri stradali: nel 2021 sono stati 34

di Marco Innocenti

Sono 124 quelli registrati in tutta Italia dall'Osservatorio Asaps, con 38 vittime e 162 feriti

Liguria prima in Italia per incidenti gravi nei cantieri stradali: nel 2021 sono stati 34

La Liguria ottiene il triste primato degli incidenti stradali gravi (con morti o feriti) avvenuti in corrispondenza di cantieri stradali. Lo rivela lo studio pubblicato dall'Osservatorio Asaps (l'Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale) che registra come, nel 2021, in tutta Italia si siano verificati 124 incidenti gravi e che 34 di questi (più di 1 su 4) sia avvenuto in Liguria. Una scia di sangue che in Italia è costata la vita a 38 persone, a cui vanno aggiunti anche 162 feriti. 

Fra le 38 vittime 8 erano operai o cantonieri che lavoravano nel cantiere, 87 gli incidenti avvenuti sulle autostrade o strade a carreggiate separate e 37 sulle strade ordinarie. Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio ASAPS dei 124 episodi gravi, 117 (94,4%) sono stati causati dalla velocità e dalla distrazione. 4 (3,2%) hanno all’origine l’uso di alcol o droga e in 3 (2,4%) l’origine è stata la stanchezza. In 43 sinistri, pari al 34,7% degli eventi, è stato coinvolto un mezzo pesante.

Come detto, questa speciale classifica vede il non invidiabile primato spettante alla Liguria: dei 124 incidenti gravi avvenuti in Italia, ben 34 si sono verificati infatti nella nostra regione ed appare fin troppo scontata l'ipotesi di una correlazione con il grande numero di cantieri presenti sulle tratte autostradali liguri. Un primato, quello della Liguria, reso ancor più evidente dal "distacco inflitto alle inseguitrici": l’Emilia Romagna con 12, le Marche con 11 poi Veneto, Umbria e Toscana con 9. Seguono il Piemonte con 7, la Lombardia con 6, il Lazio con 5, il Trentino Alto Adige e la Sicilia con 4, la Puglia e la Campania con 3, l’Abruzzo, il Friuli e la Calabria con 2, infine il Molise e la Sardegna con un solo incidente grave.