Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, la raccolta cibo ai tempi del coronavirus

di Giulia Cassini

Le attività portate avanti negli ultimi giorni spiegate dalla presidente della sezione di Genova Roberta Fiorito

La LEIDAA ( Lega Italiana Difesa Animali Ambiente) Sezione Genova e' attiva dall'estate 2019 e non poteva far mancare il suo supporto ai tempi del coronavirus. Se al livello nazionale è attivo il numero 02.94351244 per  emergenze e convoglia le numerose richieste alle Sezioni sul territorio, a Genova si sono rese necessarie ulteriori misure di sostengno capillari. 

Tantissime le telefonate negli ultimi due mesi di infromazioni e di richieste d'aiuto, basti pensare a tutte le persone sole che si sono dovute curare non sapendo spesso a chi lasciare il proprio amico a 4 zampe. "Abbiamo aiutato e ci siamo ingranditi come rete per evadere tutti i bisogni segnalatici -spiega la presidente LEIDAA sezione di Genova Roberta Fiorito-  molti genovesi si sono anche offerti di accudire  temporaneamente animali d'affezione  di persone in quarantena o di ricoverati in ospedale, per il tempo necessario alla loro guarigione. L' Associazione ha sviluppato da mesi una rete di contatti tesi a stabilire un rapporto sociale tra famiglie del territorio in difficoltà economica che avrebbero avuto, senza un valido sostentamento gravi problemi per acquistare alimenti per i loro compagni a quattro zampe. L' impoverimento sociale colpisce duro, difficile per molti andare avanti e privare se stessi e i propri animali d'affezione dei beni primari e' stata una delle piaghe "nascoste" del coronavirus, con il moltiplicarsi di situazioni di forte disagio".

LEIDAA Sezione di Genova si è rimboccata le maniche. Come sottolineano i volontari "Pur trovandoci  nell'impossibilità di effettuare giornate di colletta alimentare  nei PetStore  con conseguente diminuzione di  quantita' delle donazioni per i motivi legati all' emergenza, solo negli ultimi 10 giorni Leidaa Genova ha  consegnato più di  400 kg di cibo ai proprietari di cani, gatti, conigli, furetti... scongiurando malnutrizione o abbandoni".

E' facile imbattersi nei volontari  impegnati nella distribuzione, taluni in  bicicletta, altri con Ape Car su per i vicoli per raggiungere ovunque le abitazioni delle  famiglie. "Negli ultimi giorni -conclude Fiorito- nei nostri carrelli di raccolta situati presso alcuni grandi punti vendita Coop ed Ekom ci sono stati anche donati generi alimentari che abbiamo provveduto a distribuire a famiglie indigenti insieme alle pappe per i loro amici a 4 zampe".