La Spezia, urina sull'auto della polizia locale e si riprende in un video: denunciato e multato

di Edoardo Cozza

Il protagonista della storia un 25enne, che aveva girato il video poi diffuso sui social network: ordine di allontanamento e verbale da 3333 euro

La Spezia, urina sull'auto della polizia locale e si riprende in un video: denunciato e multato

Il video di un ragazzo che urinava sull’auto della Polizia Locale della Spezia era diventato virale, con numerose visualizzazioni nell’arco di poche ore. Il video per sua sfortuna è giunto anche all’attenzione del Comando di Viale Amendola e visionato con attenzione dai diretti interessati che, grazie ad un’indagine lampo, sono riusciti a risalire all’autore del gesto oltraggioso e di scherno: un cittadino rumeno di 25 anni residente in città.

Il venticinquenne nel pomeriggio di venerdì ha deciso di urinare sulla macchina degli agenti, impegnati nel servizio di pattuglia appiedata nel pieno centro, parcheggiata dietro il Teatro Civico, riprendendo “l’eroica impresa” e pubblicarla su Tik Tok, un social network molto diffuso tra i giovani. Il ragazzo però non ha fatto bene i conti con quello che poteva accadergli, tanto che durate la minzione si è ripreso in pieno volto. Il video è stato acquisito dalla Polizia Locale e il ragazzo è stato prontamente identificato e convocato presso il Comando dove sono iniziati per lui i guai. Il video girato infatti è risultato ancora presente nella memoria del telefono del ragazzo, che non ha potuto negare l’evidenza. Le indagini degli agenti hanno permesso di accertare che il gesto era stato immortalato chiaramente anche dal circuito di videosorveglianza cittadino, confermando pertanto la tesi accusatoria nei suoi confronti.

Per il venticinquenne è scattata la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per il reato di diffamazione nei confronti della Civica Amministrazione e oltraggio a pubblico ufficiale, fondamentale è stata la diffusione del video ai numerosi utenti presenti sul social network. Inoltre, ai sensi dell’726 del Codice Penale, è stato sanzionato immediatamente per atti contrari alla pubblica decenza con un verbale di 3333,33 euro e con la sanzione accessoria dell’ordine di allontanamento, prodromica all’adozione del daspo urbano da parte del Questore.  

“Un plauso agli agenti della Polizia Locale che hanno immediatamente individuato con una indagine lampo il ragazzo - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini - il gesto è molto grave e come tale va punito severamente perché il rispetto delle istituzioni democratiche e di tutta la comunità deve essere sempre alla base del nostro convivere civile.”

L’Assessore alla sicurezza urbana Filippo Ivani ha dichiarato: “il gesto compiuto in spregio dei nostri agenti e della Civica Amministrazione è molto grave, sono molto soddisfatto del lavoro che hanno svolto. Deve essere molto chiaro il concetto che simili azioni non possono essere giustificate in alcun modo  e che, grazie al continuo impegno dei nostri agenti, sotto la direzione sempre attenta e rigorosa del Comandante Bertoneri, siamo in grado di esprimere una pronta risposta davanti a reati e comportamenti che ledono anche il decoro cittadino”.