La Spezia, sequestrati 1200 giocattoli e articoli contraffatti e 21kg di prodotti da fumo

di Alessandro Bacci

Le indagini dei finanzieri partite da un negozio del centro spezzino che ha messo in vendita gli articoli contraffatti

La Spezia, sequestrati 1200 giocattoli e articoli contraffatti e 21kg di prodotti da fumo

I finanzieri del Comando Provinciale di La Spezia hanno sequestrato un ingente quantitativo di merce contraffatta e non conforme alle normative comunitarie. Più nel dettaglio, I finanzieri del Gruppo di La Spezia ricostruendo la “filiera del falso”, hanno proceduto al sequestro di alcuni giocattoli per bambini recanti noti marchi contraffatti e proposti per la vendita in un negozio nel centro spezzino; successivamente le operazioni si sono estese anche presso i magazzini di stoccaggio dei prodotti contraffatti, i quali erano allocati a Pisa e gestiti da due soggetti di nazionalità cinese.

A seguito delle perquisizioni che hanno interessato 4 magazzini, 2 appartamenti e 1 box auto in zona stazione a Pisa, le Fiamme Gialle spezzine hanno individuato e sequestrato oltre 1200 articoli, in particolare giocattoli recanti i marchi contraffatti LOL e NIKE, nonché alcune mascherine con i colori ed i loghi di alcune blasonate squadre di calcio di serie A. Inoltre, i Finanzieri durante le attività di ricerca hanno anche rinvenuto e sequestrato oltre 21 kg di prodotti e accessori da fumo, illecitamente detenuti e commercializzati in violazione delle norme recanti il testo unico sulle accise. Infatti, da fine 2019 i prodotti da fumo quali filtri, cartine e simili sono sottoposti ad accisa e pertanto, a differenza del passato, possono essere commercializzati solo presso le tabaccherie autorizzate.

L’operazione si inserisce nell’importante mission diretta alla tutela del mercato dei beni e servizi che da sempre impegna il Corpo, in chiave preventiva e repressiva, a presidio della buona fede e salute dei consumatori, a tutela dell’economia legale e del sano funzionamento del tessuto produttivo, soprattutto in questo delicato momento di rilancio del Paese.