La Spezia, nel canile comunale installate le lampade riscaldanti nelle cucce

di Alessandro Bacci

La soddisfazione del sindaco Peracchini: “Credo che per quanto riguarda la tutela dei diritti degli animali si possa parlare veramente di “modello Spezia”"

La Spezia, nel canile comunale installate le lampade riscaldanti nelle cucce

Nei mesi scorsi il canile comunale della Spezia è stato oggetto di lavori per l’adeguamento dell’impianto elettrico che hanno consentito di dedicare una linea elettrica per l’installazione di lampade riscaldanti che sono state posizionate, in vista dell’inverno, all’interno delle cucce. Prima dei lavori di adeguamento non era possibile installare più di 5 lampade riscaldanti contemporaneamente perché la linea elettrica esistente non poteva reggerne di più e saltava tutto l’impianto. Quest’anno, invece, nel canile rifugio sono state aggiunte alla linea elettrica dedicata alle lampade riscaldanti ben 12 prese portando il loro numero da 37 a 49. Da oggi sarà possibile usare contemporaneamente ben 46 lampade riscaldanti e 3 pedane riscaldanti da posizionare nella zona notte delle singole gabbie così che quest’inverno tutti i cani che ne hanno bisogno passeranno l’inverno sicuri al caldo.

“Credo che per quanto riguarda la tutela dei diritti degli animali si possa parlare veramente di “modello Spezia” – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – con la nuova gestione dal 2018 e tutti gli investimenti fatti, il canile municipale della Spezia è un fiore all’occhiello della Liguria e fra i più all’avanguardia d’Italia, come riconosciuto anche dal Corriere della Sera. Oggi aggiungiamo altri servizi per garantire il benessere degli animali all’arrivo del grande freddo che ormai è alle porte, ma non ci fermeremo qui. Dopo il gattile e le tante migliorie, ci sono tanti altri progetti che verranno coinvolto il nostro Canile. Un sentito ringraziamento ai volontari dell’Impronta che gestiscono il canile e all’assessorato di Giulia Giorgi”

Questa Amministrazione ha voluto mettere al primo posto gli animali, nella consapevolezza che su come vengono trattati si misura la civiltà di un popolo – dichiara la Vice Sindaco Giulia Giorgi con delega alla tutela degli animali – è stata fatta una vera e propria rivoluzione nel canile municipale di cui siamo particolarmente orgogliosi: l’impegno rimane massimo per garantire a tutti, cani e gatti, un posto decoroso e accogliente in attesa, speriamo, che vengano adottati”

Inoltre come ogni anno sono state posti dei pannelli di plastica nelle feritoie delle gabbie, cosicché l'aria ha molta più difficoltà a circolare ed il tepore creato non si disperde. Ogni cane ha anche a disposizione una ciotola con annessa coperta ed un tappettino "asciugazampette" all'entrata della botola divisoria zona giorno-zona notte. Le coperte vengono rassettate o cambiate se umide tutte le sere.