Condividi:


La Sampdoria ci prova, il Napoli dilaga: i partenopei vincono 4-0 al Ferraris

di Alessandro Bacci

Osimhen, Fabian Ruiz e Zielinski condannano i blucerchiati alla sconfitta. Pesano i tanti errori in fase difensiva

Notte fonda per la Sampdoria al Ferraris, con il Napoli arriva una pesante sconfitta per 4-0. I blucerchiati sfidano i partenopei a viso aperto a lasciano troppi spazi agli avversari. Nel primo tempo la Samp passa in svantaggio dopo pochi minuti ma a più riprese ha la possibilità di pareggiare. I troppi errori difensivi condannan, però, la squadra di D'Aversa.

PRIMO TEMPO

La prima occasione della gara è per il Napoli con Osimhen lanciato da solo in contropiede, l'attaccante nell'uno contro uno si fa ipnotizzare da Audero che con un miracolo salva il risultato. Il gol, però, arriva al nono minuto: la difesa blucerchiata sbaglia, Adrien Silva perde un pallone banale e regala il contropiede agli avversari. Insigne prende palla e pennella un cross per il destro di Osimhen, l'attaccante davanti ad Audero al volo non sbaglia. 1-0 Napoli. La Samp risponde con Candreva che si accentra dalla destra e prova il sinistro a giro, il pallone subisce una deviazione e termina sul fondo di poco largo. Al 18' i blucerchiati vanno vicinissimi al pareggio con il destro dal limite di Adrien Silva dell'area che sembra diretto nel sette, Ospina incredibilmente vola e toglie il pallone dalla porta. Sul successivo calcio d'angolo il portiere si esalta ancora e respinge il colpo di testa di Yoshida. La Sampdoria soffre ma crede nel pareggio, al 34' Candreva mette ancora i brividi ai partenopei con un destro violentissimo che termina di poco alto. Il Napoli risponde con un gran tiro a giro di Lorenzo Insigne ben respinto da Audero. Al 38', però, il Napoli raddoppia con Fabian Ruiz che trova il colpo da biliardo con il destro dal limite dell'area. Il tiro dello spagnolo termina in rete, 2-0. Il pubblico contesta aspramente il centrocampista dopo l'esultanza sotto la Gradinata Sud. Il primo tempo trema 0-2.

SECONDO TEMPO

Passano appena quattro minuti nella ripresa al Ferraris e Osimhen trova il terzo gol spingendo in rete un cross rasoterra perfetto di Lozano. 3-0 per il Napoli. D'Aversa prova a inserire Torregrossa ed Ekdal al posto di Fabio Quagliarella e Adrien Silva per rivitalizzare la sua squadra. I blucerchiati concedono spazi agli avversari e al 57' Insigne scende dalla fascia sinistra, si accentra e prova il classico destro a giro: pallone alto di poco. Un minuto più tardi arriva il 4-0 per i partenopei con il destro violentissimo di Zielinski che batte Audero dal limite dell'area. La Samp continua a provarci e al 62' Candreva va vicinissimo alla rete della bandiera con un sinistro a giro alto di pochissimo. Neanche la fortuna aiuta i blucerchiati. Il Napoli dilaga e al 64' ancora Osimhen si ritrova di fronte ad Audero, il nigeriano questa volta nell'uno contro uno spara il pallone sul fondo. Il Napoli trova ampi spazi per infierire e all'84' Ounas si ritrova di fronte ad Audero, il portiere della Samp ipnotizza l'attaccante e para ancora il tiro. La sfida termina 4-0 per il Napoli.