La guerra mette in crisi l'industria del vetro, anche in Liguria produttori di vino e olio preoccupati

di Redazione

L'embargo contro la Russia, principale produttore di soda, e la chiusura di due grandi fabbriche ucraine fanno slittare gli ordini di parecchi mesi

La guerra mette in crisi l'industria del vetro, anche in Liguria produttori di vino e olio preoccupati

La guerra fra Russia e Ucraina sta facendo sentire le conseguenze su tutta la filiera del vetro e comincia a preoccupare seriamente i produttori di vino e di olio, anche quelli liguri .

Da un lato l'embargo alla Russia, principale produttrice mondiale di soda, indispensabile per la lavorazione del vetro.

Dall'altro la chiusura di due grandissime fabbriche in Ucraina nelle zone più calde del conflitto rendono difficili per i produttori italiani prenotare le bottiglie, in direzioni ovviamente alternative.

Gli ordini in qualche caso sarebbero arrivati a scadenze di nove mesi, tanto da mettere a rischio la stessa produzione di quest'anno.