"Mittal non versa il contributo: niente regali di Natale per i figli degli operai"

di Redazione

A sottolinearlo è la Sms Guido Rossa-Lavoratori Ilva: "Crediamo che quanto sta accadendo sia una vera vergogna"

"Mittal non versa il contributo: niente regali di Natale per i figli degli operai"

La società di mutuo soccorso 'Guido Rossa - Lavoratori Ilva' sottolinea "con forza la scorrettezza di ArcelorMittal che, violando gli accordi sindacali e gli impegni presi nei nostri confronti, non sta pagando più nulla da quasi un anno impendendoci con un mancato versamento di 98 mila euro di svolgere quella funzione di sostegno alle famiglie dei lavoratori siderurgici che da sempre con impegno e serietà esercitiamo. Con miliardi di liquidità a livello di gruppo, e dirigenti trattati come pascià, i signori dell'acciaio non si degnano nemmeno di versare ciò che occorre per consegnare, come facciamo da oltre trent'anni, i giocattoli a Natale ai figli più piccoli dei lavoratori" o "gli aiuti per l'acquisto dei testi scolastici e borse di studio".

Lo scrive in una nota la sms Guido Rossa. All'amministratore delegato Lucia Morselli, "che ebbe il coraggio di dire che Guido Rossa morì per difendere l'azienda, noi diciamo che oggi lui si rivolterebbe nella tomba se vedesse come Arcelor si comporta con i figli dei lavoratori dello Stabilimento - conclude la nota - Crediamo nella cooperazione e nel mutuo soccorso, consideriamo quanto sta avvenendo una vera vergogna".