Condividi:


La denuncia di Trasportunito: in Inghilterra la “Dunkerque dell’autotrasporto europeo”

di Redazione

"Un Natale da incubo" per oltre 5000 persone ferme, con 3000 camion, sulla pista dell'aeroporto di Manston

Più di tremila camion fermi sulla pista dell’aeroporto di Manston, nel sud dell’Inghilterra in attesa che gli autisti siano sottoposti al tampone di controllo Covid per poi essere avviati all’imbuto stradale che consente di raggiungere le banchine del porto di Dover dalle quali anche oggi fanno servizio sulla Manica i ferries del gruppo P&O.

Tre soli servizi igienici a Manston per oltre 5000 persone, fra primo e secondo conducente, e una situazione ormai collassata su tutto il sistema autostradale nel sud della Gran Bretagna.
“Un Natale da incubo”. Così lo definiscono i portavoce ufficiali di Trasportounito che stanno cercando di garantire un minimo di assistenza anche alle centinaia di autotrasportatori italiani imbottigliati in quella che sembra configurarsi come una “Dunkerque alla rovescia per l’autotrasporto europeo”.

Trasportounito ha anche deciso di assumere azioni nei confronti del governo italiano, denunciando la totale assenza di misure di assistenza e di aiuto per gli italiani bloccati nel Regno Unito ed esposti anche a un pesantissimo rischio sanitario.