L'annuncio della Gradinata Nord: "Torneremo a seguire il Genoa allo stadio"

di Alessandro Bacci

"Riteniamo che le condizioni per fare il tifo in Gradinata, come negli altri settori, sono possibili. Forza Grifone riapri le ali, è tornato il momento di volare!"

L'annuncio della Gradinata Nord: "Torneremo a seguire il Genoa allo stadio"

I tifosi della Gradinata Nord torneranno allo stadio. Nonostante le limitazioni a causa delle norme anti covid e il numero limitato di posti, i tifosi del Genoa hanno fatto dietrofront. L'arrivo della nuova proprietà ha riportato un entusiasmo incredibile e ciò ha spinto i gruppi organizzati a riprendere il proprio posto allo stadio. Un'arma in più per la squadra di Ballardini. Di seguito il comunicato della Gradinata Nord: 

"L'incubo è finito, il nostro Genoa ha una nuova proprietà. Il momento tanto agognato è finalmente arrivato, potremmo dire tante cose su chi per tanti anni ha tenuto in ostaggio il nostro Grifone, ma non lo faremo. Oggi, prima di ogni cosa, ci interessa l'unità della tifoseria che tanto l'ex proprietario ha cercato di dilaniare in questi anni. In questo periodo di pandemia abbiamo aspettato e ci siamo confrontati, dopo aver valutato attentamente sia la situazione generale che le più recenti normative per l'accesso agli stadi, riteniamo che le condizioni per fare il tifo in Gradinata, come negli altri settori, sono possibili. Le restrizioni sui posti ci hanno frenato nella scelta di ritornare da subito, ma l'evolversi degli eventi e le valutazioni generali ci portano oggi a una nuova decisione scelta, condivisa e votata da tutti i gruppi della Nord. Torneremo a seguire il Genoa allo stadio, sia in casa che in trasferta. L'amore e la passione per il Grifone ci porta anche a chiedere a tutti i tifosi del Genoa, in questo momento di ritrovato entusiasmo, di riempire e colorare gli stadi come solo noi sappiamo fare. Saremo a Salerno, torniamo a viaggiare con il nostro Grifone. Dove ci saranno le gloriose casacche rossoblu, ci saremo noi. E alla nuova proprietà non possiamo che dare un caloroso benvenuto con l'augurio di saper riportare il Genoa dove la sua storia e il suo blasone dicono che debba stare. Noi, come tutti i genoani, dal 22 settembre siamo liberi. Forza Grifone riapri le ali, è tornato il momento di volare!"