Isola del Cantone: Il sindaco "sfratta" due cavalli dal centro, il Tar gli dà ragione

di Redazione

Considerata legittima l'ordinanza di sgombero della stalla. Non era stata chiesta la necessaria autorizzazione e non erano state prese le "speciali cautele" richieste in questi casi

Isola del Cantone: Il sindaco "sfratta" due cavalli dal centro, il Tar gli dà ragione

Legittima l'ordinanza del sindaco per lo "sfratto" di due cavalli da una stalla di Isola del Cantone, in provincia di Genova.

Lo ha stabilito il Tar della Liguria confermando la validità del provvedimento del Comune che disponeva lo stop al ricovero degli animali in un locale presso il centro abitato del paese più settentrionale della Liguria, in Alta Valle Scrivia.

Il Tribunale amministrativo ligure ha bocciato il ricorso dei comproprietari dell'immobile utilizzato per ospitare gli equini, facendo riferimento alle leggi sanitarie che comprendono le stalle tra le "industrie insalubri".

"Le stalle non sono in assoluto precluse nel centro abitato, ma esigono una denuncia e l'adozione di speciali cautele per l'incolumità del vicinato - spiega il Tar nella sentenza -. Per Isola del Cantone il regolamento comunale di igiene prevede che l'attività possa essere tollerata nelle stalle già esistenti, previa autorizzazione di cui però i ricorrenti non sono risultati forniti. Per questo è legittimo il divieto di prosecuzione dell'attività non autorizzata emesso dal sindaco".