Intervista agli Zen Circus: "Il nostro amore è una dittatura"

di Claudio Cabona

La band rock toscana per la prima volta a Sanremo con un testo "politico"

Gli Zen Circus stanno convincendo la critica a 360°, anche se sono una band che più indie-rock non si può. La loro "L’amore è una dittatura" è un pezzo quasi senza ritornello, ma è coinvolgente, intenso, eseguito con rabbia. I ragazzi ci hanno rilasciato una band. «Siamo affacciati su un contesto parallelo al nostro. Stiamo vivendo un effetto novità, ne traiamo un’impressione positiva. Il cast, però, è a noi abbastanza familiare da molti punti di vista. Per noi è una specie di festa, più che una competizione».