Condividi:


Inquinamento, a Genova nel 2019 il miglioramento maggiore in Italia

di Redazione

La qualità dell'aria aumenta, il capoluogo ligure guida la classifica

Nel 2019 è migliorata, seppure leggermente, la qualità dell'aria nelle 14 città metropolitane italiane rispetto al 2018 anche se permangono alcuni valori critici. Lo indica "Mobilitaria 2020", lo studio annuale di Kyoto club e Istituto sull'inquinamento atmosferico del Consiglio Nazionale delle ricerche (Cnr-Iia) sulla qualità dell'aria e delle politiche di mobilità urbana nelle più grandi città nel 2019-2020 e nei primi quattro mesi di quest'anno. Lo studio considera i tre inquinanti particolato (Pm10 e Pm2,5) e biossido di azoto (No2) e indica una riduzione dei livelli medi di No2.

I migliori risultati in Italia si registrano a Genova con una diminuzione di inquinanti pari al 10%. Seguono Bologna (-9,4%) e Torino (-4,5%), mentre Bari, Cagliari e Venezia risultano in controtendenza con concentrazioni a Cagliari in aumento del 26,3%. Le concentrazioni medie di Pm10 in tutte le città analizzate risultano al di sotto dei limiti, mentre superano più di 35 volte il limite giornaliero a Torino (83 superamenti), Milano (72), Venezia (68) Cagliari (56) e Napoli (37). Le concentrazioni di Pm2,5 non indicano criticità particolari, salvo un miglioramento a Torino, Milano e Venezia rispetto al 2018.

Decisive si rivelano in tutta Italia le politiche green. Genova sta andando verso questa direzione. Nel 2019 è stata introdotta la tanto disussa ordinanza "anti-vespa", i cui risultati saranno valutati nei prossimi mesi. Nuovi bus ecologici e piste ciclabili rappresentano un'importante soluzione all'inquinamento.