Condividi:


Indagine sulle Rsa Santa Marta: non è indagato il direttore sanitario

di Redazione

L'inchiesta dei carabinieri del Nas sulle tante morti nelle strutture durante la pandemia

Non risulta indagato il direttore sanitario della residenza per anziani Santa Marta di via Nullo a Quarto dove i carabinieri hanno avviato delle indagini dopo la scoperta di 29 persone positive fra degenti e personale sanitario.

L'inchiesta è condotta dai carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni, ed è partita dal sequestro delle cartelle cliniche. In un primo momento Telenord sul sito on line aveva scritto che nella lista degli indagati c'era anche il direttore del Santa Marta, ma una più approfondita verifica aveva permesso di accertare che mai il direttore sanitario della struttura è stato iscritto sul registro degli indagati. Per questo l'articolo on line era stato aggiornato in modo corretto nel volgere di poche ore.

L'indagine sulle Rsa è coordinata dal procuratore aggiunto di Genova Francesco Pinto che ha avviato accertamenti  su 230 strutture della Liguria, residenze che ospitano 12500 degenti.

carabinieri e i militari della guardia di finanza indagano da mesi sulla mortalità nelle Rsa nel periodo della pandemia di coronavirus.

In tutto sono sei i direttori sanitari di altrettante strutture indagati con ipotesi di reato di epidemia colposa. Sequestrate anche tremila cartelle cliniche e acquisito il traffico di messaggi e di telefonate degli indagati, degli operatori sanitari e di alcuni.

L'indagine dovrebbe durare ancora molti mesi perchè all'esame degl inquirenti ci sono decine e decine di faldoni di documentazioni.