Imperia, Scajola chiude il gas nelle scuole: "Un segno contro la guerra"

di Redazione

"In Ucraina è in corso un massacro, non possiamo far finta di nulla. Mettere il maglioncino, ad aprile e per qualche giorno, non penso che sia una grande sacrificio

Imperia, Scajola chiude il gas nelle scuole: "Un segno contro la guerra"

Il sindaco di Imperia Claudio Scajola non ha autorizzato la proroga dell'accensione di riscaldamenti ad aprile, come 'sanzione' alla Russia contro l'invasione dell'Ucraina.

"Ho letto e ascoltato le richieste che sono giunte da alcuni cittadini e dai genitori di qualche alunno per prorogare l'accensione del riscaldamento anche nel mese di aprile - spiega Scajola -. Non senza turbamento, comunico che non ritengo opportuno procedere in questa direzione. Appartengo a coloro che sospenderebbero l'acquisto di gas dalla Russia - precisa Scajola -, perché quei soldi sono utilizzati dal governo di Mosca per finanziare la guerra in corso. Per quanto è in nostro potere, cerchiamo almeno di limitarne l'uso il più possibile. Lo dico in maniera semplice e schietta, senza giri di parole, come sono abituato a fare: in Ucraina è in corso un massacro e davanti a questo non possiamo far finta di nulla - conclude -. Mettere un maglioncino, ad aprile e per qualche giorno, non penso che sia un così grande sacrificio. Diciamocelo con la sincerità che ci contraddistingue".