Imperia, ottiene finanziamento agevolato covid e lo sperpera in viaggi e ristoranti

di Redazione

L'uomo è stato denunciato e rischia fino a quattro anni di carcere. Eseguito un sequestro preventivo per un importo di circa 19 mila euro

Un imprenditore turco, che aveva sperperato in ristoranti, biglietti aerei, bonifici e altre spese circa 19 mila dei 25 mila euro di finanziamento ottenuti dalla propria banca, con le agevolazioni del "Decretoliquidità" per le aziende in crisi a causa del Covid, è stato denunciato dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Imperia con l'accusa di malversazione ai danni dello Stato.

Dalle indagini è emerso che l'imprenditore, residente a Imperia, dopo aver richiesto e ottenuto da un istituto di credito un finanziamento garantito di 25 mila euro, ha effettuato numerosi bonifici e giroconti a propri familiari (anche la moglie), prelievi di denaro contante, acquisti di tre biglietti aerei per la Turchia e pagamenti presso ristoranti, attivita` commerciali e negozi di abbigliamento, destinando solo seimila euro alle spese effettivamente connesse all'attivita` lavorativa. Nei suoi confronti i militari hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip di Imperia per un importo di circa 19 mila euro. L'uomo rischia una pena fino a quattro anni di reclusione.