Imperia, la discarica di Taggia è piena: i rifiuti di tutta la provincia finiranno a Savona

di Marco Innocenti

Impossibile prevedere un suo ampliamento. Da febbraio 2023 però si dovrà trovare un'altra soluzione, in attesa del nuovo impianto che sarà pronto a fine 2024

Imperia, la discarica di Taggia è piena: i rifiuti di tutta la provincia finiranno a Savona

Dal mese di marzo i comuni della provincia di Imperia conferiranno gran parte dei rifiuti nelle discariche di Savona, in località Boscaccio e Bossarino, a Vado Ligure, in quanto la discarica del "Lotto 6", di località Colli, a Taggia, dove da anni vengono portati i rifiuti, è ormai quasi satura e non è tecnicamente possibile prevederne un ulteriore ampliamento. E' quanto deliberato, ieri sera, dall'Assemblea dei sindaci, convocata dal presidente della Provincia, Claudio Scajola. La soluzione savonese durerà per un anno, sino al febbraio 2023. Poi sarà necessario trovare una seconda soluzione fino alla fine del 2024, quando dovrebbe entrare in funzione l'impianto unico di trattamento che sorgerà accanto al "Lotto 6".

Una cinquantina i Comuni presenti al tavolo tecnico. Tutti hanno espresso parere favorevole con la sola eccezione del Comune di Sanremo, che si è astenuto. "La riunione è stata assai utile e costruttiva: avremo altri incontri e momenti di confronto per condividere le scelte future dell'amministrazione - ha affermato il sindaco Scajola - Ho già convocato l'Assemblea dei sindaci, lunedì 28 febbraio, per discutere del bilancio di previsione". Scajola ha anche accennato alla difficile situazione della Riviera Trasporti spa, di cui la Provincia è il principale azionista, in quanto dalla Corte dei Conti sono arrivati osservazioni e rilievi: "a cui occorre rispondere in tempi stretti".