Il basilico arriva nello spazio: prime coltivazioni nella Stazione spaziale internazionale

di Alessandro Bacci

L’astronauta giapponese Soichi Noguchi sta sperimentando, con successo, la coltivazione del basilico nelle condizioni atmosferiche in orbita

Il basilico arriva nello spazio: prime coltivazioni nella Stazione spaziale internazionale

Il basilico arriva anche nello spazio. Non è il genovese DOP, per ora. Quelli che vedete nel contenitore in foto sono i primi germogli di basilico a nascere nello spazio. A dare la notizia è direttamente la Stazione spaziale internazionale. L’astronauta giapponese Soichi Noguchi sta sperimentando, con successo, la coltivazione del basilico nelle particolari condizioni atmosferiche in orbita.

Una grande impresa per queste piantine appena nate, che trovano non poche difficoltà a crescere in un ambiente diverso da quello terrestre, con l’assenza di gravità e la diversa illuminazione: nella stazione, infatti, il sole sorge e tramonta 16 volte. Insomma, forse le piantine non serviranno per fare il pesto genovese, ma il basilico nello spazio è sicuramente una novità interessante.