Condividi:


Homes4All, la start-up che coniuga etica e investimento

di Marco Innocenti

Arriva anche a Genova il progetto per combattere l'emergenza abitativa

Chi l'ha detto che non si possa coniugare investimento ed etica, remunerazione economica e valore sociale? Per farlo, basta solo avere le idee chiare e un progetto ben delineato. Un po' come quello che propone Homes4All, la start-up che da qualche tempo è sbarcata anche a Genova, dopo essere nata a Torino nella seconda metà del 2019.

"Homes4All – ci spiega Giorgio Mosci, commercialista genovese che sta portando l'esperienza di Homes4All sotto la Lanterna - vuole intervenire chirurgicamente per cercare di risolvere l'emergenza abitativa, uno dei problemi maggiori della nostra società odierna. E' una società benefit, che cioé può produrre utili, ma che si prefigge obiettivi di tipo sociale. Chi investe in questa start-up può beneficiare della detrazione fiscale del 30% e quindi è un'opportunità d'investimento, un'iniziativa di carattere sociale e, non da ultimo, ha un enorme potenziale di rigenerazione urbana”.

Ma come opera, concretamente, Homes4All? Il primo passo è ricercare investitori interessati a mettere a frutto i capitali. Poi si individuano sul mercato immobili a basso costo, magari da ristrutturare, per acquistarli o prenderli in gestione. Dopodiché Homes4All effettua gli eventuali lavori necessari e mette questi immobili riqualificati a disposizioni di famiglie con difficoltà abitative, a canoni calmierati. Un circolo virtuoso che garantisce una strategia win-win a tutti i soggetti coinvolti.

“Noi non vogliamo certo sostituirci agli attori che già svolgono questa funzione, come il Comune o la Caritas - aggiunge - Piuttosto ci vogliamo accompagnare a loro, dialogare con loro, per individuare le famiglie in emergenza abitativa. Un tipico esempio sono le famiglie in lista d'attesa per ottenere un alloggio popolare, chi magari è a metà di queste liste che sono sempre molto lunghe. E questo può essere un modo per risolvere queste emergenze”.