Giovannini: "Lo Stato transa con Aspi, passo avanti importante per la Gronda"

di Edoardo Cozza

Dopo le parole del ministro, l'entusiasmo di Toti: "Apriamo finalmente il cantiere, avanti col via libera"

Giovannini: "Lo Stato transa con Aspi, passo avanti importante per la Gronda"

Il ministro delle Infrastrutture e la mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, si rivolge alla platea di industriali del convegno sulla coesione territoriale organizzato da Confindustria. E replica in particolare, citandolo, al presidente di Confindustria Liguria, Giovanni Mondini, che aveva parlato del progetto della Gronda come "non operativo": "La risposta se l'è data lui - puntualizza il ministro -: il soggetto che deve realizzarlo è Aspi che è rimasto bloccato nel rapporto con lo Stato dopo il crollo del Ponte Morandi. Finalmente dopo un lungo iter si è arrivati ad una transazione con Aspi che sbloccherà questa situazione", un "passo avanti importante".

"Apriamo finalmente il cantiere della Gronda! Tutto quello che la Liguria doveva fare è stato fatto, compresi gli espropri previsti. Ci auguriamo che le parole del ministro Giovannini diano finalmente il via libera all'inizio dei lavori della Gronda, un'opera fondamentale per far uscire la nostra regione dall'isolamento". Lo scrive su Facebook il presidente della Liguria Giovanni Toti dopo le dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture Giovannini. "Le forze politiche dicano chiaramente da che parte stanno. Io non ho dubbi: dalla parte dello sviluppo. La Liguria non può più attendere", conclude Toti. Sul tema interviene anche Cambiamo! la formazione politica del governatore.

"A questo punto chiediamo a tutta l'opposizione in Regione, a partire dal Pd, di uscire dai tentennamenti e di dire chiaramente se è a favore dell'opera o meno. Crediamo sia arrivato il momento di prendere una posizione chiara di fronte ai cittadini", dicono i consiglieri regionali di Cambiamo!