Giorno della Memoria, Bucci: "Rispetto e condivisione: così si costruisce la città del futuro"

di Marco Innocenti

"Lo dico soprattutto ai giovani, perché stiamo lavorando per una città che in futuro sarà la vostra, non solo per partecipare ma anche per guidarla"

Giorno della Memoria, Bucci: "Rispetto e condivisione: così si costruisce la città del futuro"

"Non c'è futuro senza memoria". Ha esordito così il sindaco di Genova Marco Bucci dal palco della Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova, dove stamani si è svolta la celebrazione per il Giorno della Memoria. "Questa frase io l'ho imparata qui - ha detto il sindaco - in queste celebrazioni nei miei 4 anni da sindaco. E' una frase che ho scolpito nella mente e nel cuore. Ci dice che non possiamo pensare alla nostra vita di tutti i giorni se non ci rendiamo conto di quello che è successo nella nostra città e nella nostra nazione negli anni passati, perché da quelle possiamo imparare. Ebbene oggi noi abbiamo delle sfide incredibili davanti, abbiamo la possibilità di costruire la città e l'Italia del futuro. Ma non possiamo fare un buon lavoro se non capiamo che ciò che ci arriva dallo studio del passato dev'essere un insegnamento importante".

"Ciò che è successo non deve più accadere - ha poi aggiunto - Dobbiamo soprattutto pensare che nei rapporti con le persone, la nostra libertà termina dove inizia quella degli altri, che il rispetto degli altri è componente fondamentale, che la cultura di una società e di una nazione passa attraverso rapporti di rispetto reciproco, di condivisione di stili di vita e di obiettivi. Non possiamo dimenticarlo. Lo dico soprattutto ai giovani, perché stiamo lavorando per una città che in futuro sarà la vostra città, non solo a partecipare ma anche a guidarla. Ricordiamo che queste cose terribili non devono ripetersi ma anche che questo sentimento di rispetto non diventi solo un discorso di memoria ma diventi parte del nostro dna e del nostro vivere quotidiano. Se le future generazioni saranno così, costruiremo il futuro di tutti. Solo così, il domani sarà un giorno migliore di quello che è stato ieri".

Leggi anche...