Genova, viveva nei boschi per svaligiare le case: arrestato il "Predone di Crevari"

di Alessandro Bacci

Il 46enne era ricercato da cinque anni, aveva piantato una tenda vicino al cimitero di Staglieno per non farsi individuare

Genova, viveva nei boschi per svaligiare le case: arrestato il "Predone di Crevari"

Viveva in una tenda nei boschi e dai boschi raggiungeva le abitazioni da svaligiare. I carabinieri hanno identificato e arrestato l'uomo, un albanese di 46 anni. Secondo i militari, coordinati dal pm Francesco Cardona Albini, l'uomo avrebbe colpito almeno 27 volte tra Crevari e Molassana tra gennaio e marzo. Si era guadagnato il soprannome del "Predone di Crevari".

L'uomo, hanno appurato gli investigatori, si spostava su strade secondarie e attraversava i boschi per non farsi individuare. Una volta 'scelta' la casa dove rubare usava un trapano per aprire le finestre ed entrava. I carabinieri, dopo mesi di pedinamenti e appostamenti, hanno scoperto che aveva piantato una tenda vicino il cimitero di Staglieno, in mezzo al bosco per viverci indisturbato e dove sono state trovate punte di trapano, gli abiti usati per i furti e soldi. Dalle indagini è emerso che l'uomo era ricercato da cinque anni per furti commessi in provincia di Cuneo.

(Foto d'archivio)