Genova, evade il fisco per milioni di euro e ritira la pensione della madre morta da 4 anni: arrestato

di Redazione

La Guardia di finanza ha scoperto le attività di false vendite e noleggi di auto di lusso in nero, per un'evasione di oltre 3,6 milioni di euro

Aveva costruito un "impero" fondato sul commercio di auto di lusso, come Bentley, Porsche e Bmw, attraverso vendite simulate sul web e finti contratti di noleggio a imprenditori e professionisti genovesi per coprire acquisti in nero, ma allo stesso tempo ritirava la pensione della madre, scomparsa quattro anni fa. La Guardia di Finanza di Genova ha arrestato un cittadino rumeno residente a Genova  che avrebbe evaso le tasse per 3,6 milioni di euro e ha sequestrato autovetture per un valore complessivo di 400mila euro. L'Inps chiede inoltre la restituzione di 90mila euro percepite indebitamente dall'uomo. 

L'indagine è partita da un sopralluogo delle Fiamme Gialle nel quartiere genovese di Albaro, dove è stata individuato un insolito parco macchine  di lusso nei parcheggi a pagamento: si trattava di un gran numero di Porche, Bentley, BMW, Audi, Range Rover e Mercedes, tutte con targa rumena o tedesca. Lo sviluppo ha fatto emergere intestazioni a società estere inesistenti ma riconducibili all'indagato; le autovetture venivano quindi cedute a facoltosi imprenditori e professionisti genovesi con documenti che attestavano falsi contratti di noleggio, permessi di guida e fatture, pensati per simulare una locazione senza conducente e mascherare la reale proprietà delle auto. Le indagini hanno portato la Guardia di Finanza scoprire un altra attività del cittadino rumeno,che utilizzava le finte società estere in Romania e Germania per costruire articolate truffe e raggiri nel campo della vendita simulata di autoveicoli di pregio su internet. L'uomo chiedeva agli acquirenti di effettuare anticipi di denaro, necessari a coprire i costi dell’immatricolazione in Italia (o viceversa) o altre attività, per poi far perdere le proprie tracce.

Nell'ultimo anno sono state coinvolte una decina di persone, sia italiane che staniere, che hanno sporto denuncia contro ignoti. I soldi incassati, riferisce la Guardia di Finanza, sarebbero stati usati dall'indagato per vacanze di lusso a Courmayeur, Chamonix e Sharm El Sheikh

Nel corso delle indagini le Fiamme gialle hanno scoperto che l’indagato aveva omesso di comunicare il decesso della madre, formalmente residente in Genova presso la sua abitazione ma effettivamente deceduta in Romania nel 2017, percependo indebitamente una somma di denaro quantificata dall’INPS in oltre 90mila euro, erogati a partire dal 2010 a titolo di pensione di invalidità e prelevati in contanti dal conto corrente della madre, sul quale la persona arrestata era delegata ad operare, lo stesso giorno di accredito.

L'indagine del Nucleo Operativo Metropolitano del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Genova, coordinata dalla Procura della Repubblica di Genova, ha portato il Gip ad autorizzare la misura cautelare dell'arresto; ora il cittadino rumeno si trova nel carcere di Marassi. Sono stati sottoposti a sequestro preventivo quattro  autoveicoli di gran lusso, del valore di oltre 400.000 euro, tra cui una Bentley Continental GTC e un'Audi R8.