Genova, passi avanti per la metro a Terralba: il Comune acquisisce le aree

di Alessandro Bacci

Approvata la delibera di acquisto da Rfi per una cifra di un milione di euro di alcune aree di sedime ferroviario tra Brignole e Terralba

Passo avanti del Comune di Genova per l'allungamento della metropolitana che, mentre in Valpolcevera sta proseguendo da Brin a Rivarolo, a levante avanzerà fino in piazza Martinez. Oggi il consiglio comunale, con il voto della maggioranza di centrodestra e di Italia Viva, ha approvato la delibera di acquisto da Rfi per una cifra di un milione di euro di alcune aree di sedime ferroviario tra Brignole e Terralba. La delibera non ha convinto anche l'opposizione perché le aree in questioni non sarebbero sufficienti a ultimare il progetto già approvato. "Acquisteremo quelle mancanti in seguito, c'è collaborazione con i vari soggetti proprietari affinché la rete della metropolitana genovese possa crescere", ha assicurato l'assessore alla Mobilità Matteo Campora.

Tra i motivi di perplessità, espressi nei giorni scorsi anche dal comitato contro la cementificazione di Terralba, il fatto che nelle aree acquisite non ci sia spazio per l'annunciato parcheggio d'interscambio alberato, ma anche su questo aspetto l'assessore è ottimista: "Si farà e ci saranno finanziamenti aggiuntivi da Roma per completare tutto il piano prospettato, per alcune opere è stato chiesto il finanziamento del ministero nell'ultima call di gennaio e riteniamo che arriverà anche per le opere a completamento che serviranno a costruire il collegamento pedonale con uscita su Terralba".

La giunta, durante la discussione in aula, ha accolto un ordine del giorno presentato dalla minoranza (Lista Crivello) che chiede il mantenimento a Genova dell'officina ferroviaria di Terralba in modo che non siano persi posti di lavoro.